Mayuru Tours
  • Il mágico villaggio di Putre e la sua Cultura Aymara insieme al vulcano Taapaca (5.850 m.s.n.m) Il mágico villaggio di Putre e la sua Cultura Aymara insieme al vulcano Taapaca (5.850 m.s.n.m)
    Villaggio di Putre situato a 3.500 metri di altezza.
  • Il lago non navigabile più alto del Mondo il “lago Chungara” Il lago non navigabile più alto del Mondo il “lago Chungara”
    Insieme con il suo imponente Vulcano Parinacota.
  • Nella tua visita al Nord del Cile non puoi non conoscere il PARCO NAZIONALE LAUCA Nella tua visita al Nord del Cile non puoi non conoscere il PARCO NAZIONALE LAUCA
    Una delle attrazioni più belle del Cile, il LAGO CHUNGARÁ.
  • Un luogo único del Altipiano del Nord del Cile, “el Cerro Milagros”, la Collina dei Miracoli Un luogo único del Altipiano del Nord del Cile, “el Cerro Milagros”, la Collina dei Miracoli
    Bellissima Collina di Colori che ti affascinerá.
  • Il deserto di Atacama, le Lagune Altipianiche Miscanti e Miñiques Il deserto di Atacama, le Lagune Altipianiche Miscanti e Miñiques
    IL Nord Cileno, San Pedro di Atacama.
  • Altipiano del Nord Cileno, piú que un viaggio un ricordo per tutta la vita. Altipiano del Nord Cileno, piú que un viaggio un ricordo per tutta la vita.
    Putre, un luogo spettacolare per reaizzare le tue Escursioni
  • Chiesa di Parinacota (S. XVII) Chiesa di Parinacota (S. XVII)
    Villaggio Altipianico di Parinacota
  • Vista al Tramonto all’Altipiano nel Nord Cileno, Putre. Vista al Tramonto all’Altipiano nel Nord Cileno, Putre.
    Putre , un magico Villaggio dove potrá realizzare le sue migliori escursioni.
videos

CONTATTO

Direzzione:

  Baquedano # 411 Arica - Putre

E-mail:

  reservas@mayurutour.com

Cellulare:

  +56 (9) 85821493

  +56 (9) 88446568

Regione di Arica Parinacota, Putre Cile

4 GIORNI / 3 NOTTI : IQUIQUE – SALITRERA DI HUMBERSTONE – CARIQUIMA – COLCHANE – PARCO NAZIONALE ISLUGA – RISERVA NAZIONALE “LAS VICUÑAS” (LE VIGOGNE) – SALAR DI SURIRE – PARCO NAZIONALE LAUCA – LACO CHUNGARA – ARICA

4 GIORNI / 3 NOTTI : IQUIQUE – SALITRERA DI HUMBERSTONE – CARIQUIMA – COLCHANE – PARCO NAZIONALE ISLUGA – RISERVA NAZIONALE “LAS VICUÑAS” (LE VIGOGNE) – SALAR DI SURIRE – PARCO NAZIONALE LAUCA – LACO CHUNGARA – ARICA

Giorno 1. Iquique - Cariquima - Colchane.

Al mattino partenza per una delle più affascinanti salitrere del Cile: Humberstone riconosciuto come Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco. La cosiddetta città fantasma diventato una meta turistica visitato dal turismo sia nazionale che internazionale. Ruggine, ruderi e macerie simboleggiano la bellezza, la solitudine e il silenzio di questa ex salitrera. Passeggiando lungo le strade polverose sotto ardente sole che hanno dovuto sopportare anche i suoi ex lavoratori, esplorando le loro case disabitate potrete vedere le migliaia di firme e marche che hanno lasciato i numerosi visitatori che hanno ammirato questo fantastico miraggio nel bel mezzo della Pampa del Tamarugal.

Il percorso continua fino Huara, dove potrete godere di un pranzo tipico in questa cittadina con eccellenti condizioni climatiche e geografiche che lo rende un paradiso per gli amanti del turismo d'avventura, eco e agro-turismo. A pochi chilometri da Huara conoscere il geoglifo più enigmatico del deserto, il Gigante di Atacama, situato sul fianco della Collina Unita: meraviglia arcaica che richiama centinaia di turisti ogni anno. Il Gigante di Atacama è considerato una delle più suggestive attrazioni archeologiche del Nord del Cile. Considerato la più grande figura antropomorfa preistorica del mondo, misura 86 metri di altezza e descrive l'immagine di un uomo pre-incaico disegnato con la tecnica “del accumulo di pietre” e l'usura del terreno. Il mito che circonda questa rappresentazione umanoide, dà molte interpretazioni visive. Potrete avere anche la vostra versione, ma si dice che è una rappresentanza divina realizzata da antiche culture che hanno abitato la regione tra il 1000 e il 1400 d. C.

Poi arriveremo al villaggio di Cariquima, un diverso modello di vita ancestrale Aymara, è il punto di incontro delle comunità indigene. Famosa per secoli, in virtù alla presenza delle tessitrici artigianali nel villaggio. Sulla strada verso la zona di frontiera di Colchane si può vedere a poca distanza sulle colline di Ancovinto un vero e proprio bosco Cactus Gianti con sino a 10 metri di altezza, luoghi straordinari  che solo potrai godere nel bel mezzo di questa pianura a più di 3.700 metri di altitudine. Successivamente, arriviamo a destinazione al giá nominato villaggio di confine, Colchane a 3.750 metri di altezza, fiorente nella cultura aymara.

Giorno 2. Colchane - Parco Nazionale del Vulcano Isluga – Riserva Nazionale “Las Vicuña” – Salare di Surire - Putre.

Al mattino partenza per l'altopiano verso i villaggi di Enquelga e Isluga, scenari che mostrano la naturale bellezza in tutto il suo splendore. Caratterizzati per essere circondati da un “bofedal” (zone umide) dove abbondano lama e alpaca. Si evidenzia inoltre tra le sue attrazioni la Chiesa del Villaggio di Isluga, risalente al XVII secolo, costruita di adobe (è una massa di argilla e sabbia mescolato con paglia, modellato in forma di mattoni e essiccata al sole), apprezzata anche per la sua singolare bellezza.

Attraverseremo i sentieri del deserto, altipiano e pianure dove potrai deliziarti, tra l’altro, della bellezza di Tamarugal. La diversità degli ambienti ecologici consentono di apprezzare la bellezza del deserto, come la Laguna Arabilla”, circondato da zone umide (bofedales) e piccoli boschetti di queñua (albero dell’altipiano), oltre all'avifauna tipica della zona. Proseguiremo verso un'altra delle più privilegiate attrazioni Cilene, il Parco Nazionale del Vulcano Isluga situato a più di 4.000 metri sul livello del mare. Visiteremo i bagni termali di “Polloquere”, dove si ha il quadro perfetto di un circuito magico. Dopo aver goduto della bellezza dell'ambiente, le viste panoramiche dei fenicotteri alimentarsi e che si librano sulle lagune, si potrá anche gustare di un pic-nic delizioso e appetitoso.
 
Continuiamo il nostro viaggio avvicinandoci verso la destinazione più affascinante di questo tour, la cui superficie è ampia e si trova a 4.200 metri sul livello del mare: il Salare di Surire, questo Monumento Nazionale si caratterizza per la sua maestosità, la presenza di depositi di sale che imprimono una bellezza unica al paesaggio bianco, il cui contrasto con il blu intenso delle sue lagune sicuramente delizieranno i vostri occhi. Il Salar di Surire nella sua totalità ha anche la caratteristica di custodire l'esistenza di specie protette come lo struzzo altipianico   ( ñandu ), fenicottero, vigogna, alpaca, lama, e molti altri.

Potrai anche apprezzare il paesaggio maestoso e i villaggi di Ancuta e Guallatire che si trovano a 83 km da Putre, nella piana di fronte al vulcano Guallatiri. Nel vulcano inoltre é possibile visualizzare la sua cima bianco puro, messa in evidenza a causa della neve perenne. L'itinerario prosegue verso la Riserva Nazionale “Las Vicuña”, che come suggerisce il nome, è stato creato per preservare la vigogna. La flora e la fauna di questo luogo sono molto interessanti perché avrai la possibilitá di riconoscere le meravigliose specie presenti. Dopo aver goduto di luoghi indimenticabili, fotografare la flora e la fauna dei luoghi visitati intraprenderemo la strada per Putre dove culminerá il nostro secondo giorno del tour.

Giorno 3. Putre – Parco Nazionale Lauca – Lago Chungara – Putre

Nostro terzo giorno del tour  inizia in mattinata, quando il sole inizia a risplendere in Putre; il destino, che si schiude fronte ai tuoi occhi è il Parco Nazionale Lauca con una superficie di 137.883 ettari; questa Riserva Mondiale della Biosfera comprende la pre-cordigliera e l’altipiano del estremo nord-est della Regione di Arica e Parinacota.  Per accedere a questo meraviglioso mondo “in altura” continueremo con una camminata nel “settore delle Grotte”, uno dei sentieri piu’ affascinanti di questo paradiso naturale; nel percorso a 4.300 metri sul livello del mare,  si lasciano osservare le gentili “vizcachas” che si esibiscono molto presto all’alba o quando il sole cade al tramonto. Tuttavia, il più prezioso di questo corto trekking consiste nella sensazione mistica che questa zona produce, dovuto al fatto che gia’ 9.000 anni fà questi luoghi albergavano antichi  uomini che passavano e viaggiavano per questa regione: si crede fossero i primi visitanti capaci di visualizare e capire la potenziale richezza di questi luoghi.


Di passo potrai meravigliarti con una vista panoramica dal “Mirador de Chucuyo” situato nel centro del Parco Nazionale Lauca, da dove si puo’ apprezzare le meraviglie di un ecosistema unico, fornito di una flora e fauna impressionante. Ugualmente, dal “Mirador Lagunas Cotacotani”, caratterizzata dall’avere un gran numero di isole e isolotti, pretuberanze laviche generate dalla attivita’ vulcanica tipica del luogo. Continuando con il percorso ci dirigiamo a una delle attrazzioni più belle del Parco Nazionale Lauca, il Lago Chungara’, il lago piu’ alto del mondo, situato a piu’ di 4.500 metri sul livello del mare, la cui magia ipnotizzante lascia immobili a centinaia e centinaia di turisti ogni anno, risaltando il riflesso del cielo azzurro e della cima del Vulcano Parinacota nelle sue acque cristalline. Di fronte al lago Chungara, si distinguono i famosi Vulcani Pachayatas (gemelli) di cui la magia mitica della sua antichita’ le ha dato diverse interpretazioni: quella di salvaguardare un tesoro incaico o quella di rappresentare a una coppia di innamorati.

Poi visiteremo il pittoresco Villaggio di Parinacota, dichiarato Monumento Nazionale, dove potrai aprezzare la tradizionale archittetura delle case e della sua caratteristica chiesa costruita in adobe di un grande valore patrimoniale per le rovine di un passato coloniale e della enorme religiosita’ che ancora conserva la cultura Aymara. Si terminarà il tour con un bagno in acque termali di origine vulcanica. Le Terme di Jurasi, che appaiono nel mezzo di una gola che risultano attrattive per centinaia di viaggiatori dal fatto che possiedono poteri medicinali capaci di curare reumatismi.

Continueremo disfruttando dei bellisimi colori in diversi paesaggi e dopo aver ristabilito le forze con un  incantevole bagno termale. Riprenderemo il cammino di ritorno a Putre, la porta che ci ha aperto il cammino a questo meraviglioso mondo in altura.

Giorno 4. Putre - Socoroma - Arica.

Partenza da Putre passando per la città di Socoroma. Celebre per la sua bella architettura e per le sue verdi terrazze agricole. Il nostro itinerario si arresta per il pranzo in uno dei più grandi “tambos” (al tempo degli Incas, erano rifugi e depositi alimentari) dell’epoca Inca. Il Tambo di Sapahuira, sito che ha un grande potenziale per i circuiti di turismo culturale e dove si può gustare la cucina tipica del Altipiano Cileno.

Proseguiremo il nostro viaggio verso uno dei siti archeologici più importanti della regione, dichiarato Monumento Nazionale, il “Pukara di Copaquilla” (pukara=  fortificazione incaica) situato in prossimitá del percorso in posizione strategica sulla spianata di un promontorio roccioso che scende bruscamente (circa 150 m) al fondo della gola con lo stesso nome. Il percorso prosegue lungo la “Quebrada de Cardones”, chiamato per i cardi dei Catus Candelabri tipica vegetazione della zona. Le sue ramificazioni in genere si trovano nella parte superiore che danno al cactus l'aspetto di un candelabro, da qui il nome. La nostra prossima tappa è Poconchile: villaggio circondato da grandi coltivazioni di  alfalfa (erba medica). Attraente anche per la sua chiesa, Chiesa di San Girolamo, dichiarato Monumento Nazionale per la sua grande bellezza preservata dal XVII secolo.

Attraversaremo la Valle  di “Lluta”, lo sbocco naturale al mare del Altiplano Andino Cileno, un luogo privilegiato che presenta per tutta la sua estensione un amplio e esteso fondo verde incorniciato da ripidi e spogli pendii nettamente contrastanti.    È inoltre possibile trovare grandi e favolosi geoglifi, con enigmatiche figure antropomorfiche di solito associata con animali.

La tappa successiva é al “Cerro Sagrado” (la Collina Sacra) che sovrasta sulle pendici della valle di Azapa e contemporaneamente, presenta vari geoglifi associati a figure mitologiche. Dal belvedere “Las Llosyas”, si può meglio vedere lo splendido pannello di  geoglifi di questa collina. Si potranno  apprezzare le diverse forme naturali, umane e geometriche esposti nei Geoglifi della “Tropilla” (il Branco). Conosceremo meglio il “Cerro Sombrero” (la Collina Capello) dove visiteremo i primi disegni di arte rupestre sottoforma di geroglifici.

Attraverseremo una delle valli più prodigiose del nord del Cile, la Valle di  Azapa famosa per possedere uno sviluppo archeologico con oltre 10.000 anni di storia. La visita a questa preziosa e fertile oasis comprende fra le altre cose, la visita a sorprendenti geoglifi. Termina il nostro ultimo giorno di visita al Grande Nord del Cile dirigendosi verso la prestigiosa città di Arica. Località che pone fine a questo tour.


Richiesta di tour



Inserisci l'importo per prevenire lo spam




Turismo Norte de Chile